augmentedreality

La chiamano “Realtà Aumentata“, cioè la realtà di sempre con qualcosa in piu’.
Non è fantascienza e nemmeno la visione di un futuro lontano. La realtà aumentata (Augmented Reality) è oggi.

Project Natal, di Microsoft, mira a sostituire il controller di gioco con il giocatore stesso. Una o piu’ videocamere riprendono l’ambiente in cui il giocatore si muove e ne tracciano i movimenti. La realtà dell’ambiente in cui il giocatore si muove, viene fusa con la rappresentazione digitale che compare sul monitor.

Questo è lo stesso principio di interazione della “Realtà Aumentata”: arricchire la realtà che circonda l’attore umano con contenuti digitali interattivi. Il sistema riconosce gli oggetti e le persone ed è in grado di ricostruire la realtà arricchendola con nuovi ed interattivi contenuti digitali.

Grandiosa esperienza di gioco, starete pensando. Tuttavia non si tratta solo di un gioco.
La realtà aumentata può essere una buona occasione per rinnovare le modalità con cui interagiamo con i nostri clienti o i nostri clienti interagiscono con i prodotti. NVIDIA sta’ producendo chip grafici sempre piu’ potenti per il mondo Mobile. Presto tutti gli smart-phone (ed altri device, es: i navigatori) saranno in grado di estendere la percezione della realtà che ci circonda (alcuni già lo fanno). I navigatori satellitari di nuova generazione non mostrano piu’ la cartina del territorio, ma tracciano le indicazioni direttamente sul display che mostra la strada ripresa sa una piccola telecamera. Alcuni cellulari dotati di Gps sono in grado di farci da guida turistica mentre passeggiamo per la città, mostrando punti di interesse,  indicazioni interattive o le note lasciate lì da qualche altro passante.

Si tratta di veri e propri layer paralleli, che si sovrappongono alla realtà. Ne “L’illusione di controllare la propria comunicazione” ho introdotto il concetto di “iper realtà” parlando dei layer introdotti da applicazioni sociali come DotSpots o SideWiki. Oggi, in questo video, ho tentato di illustrare ancora meglio il concetto. La realtà oggi è quanto mai un concetto relativo.
Tralasciando gli aspetti inquietanti, ho cercato di concentrarmi sugli aspetti che possano farci comprendere meglio come queste tecnologie siano in grado di aiutare i nostri clienti, amici e noi stessi nelle nostre attività quotidiane e nel nostro business.

Come mio solito, vi stimolo a dire la vostra.
Cosa pensate della Realtà Aumentata? Pensate sia un’aberrazione? Oppure può aiutarci a vivere meglio, a condividere meglio informazioni e conoscenza.  Quali ripercussioni avrà sul futuro delle imprese? Può offrire un vantaggio competitivo? Come potrebbe cambiare il mondo dell’educazione?
Certo è, che il mondo (ed il mercato) cambia ed io sono convinto che restare a guardare non sia in questo momento la scelta migliore.

6 Comments

Augmented Reality: arricchiamo la realtà dei nostri clienti.

      1. Ma…. , forse il bozzolo interattivo andrebbe bene su qualche astronave intergalattica! Io penso che il mondo si stia spostando verso il bisogno di "Coscienza di Internet" , la virtualità reale per me è la riscoperta della realtà vista secondo tanti occhi, immagino una persona in mezzo ad un campo che attraverso un visore o un normalissimo cellulare possa inquadrare una pianta e sapere attraverso gli archivi di informazioni se è commestibile se è velenosa, quali ricette posso fare con essa , quante calorie genererà, il suo nome scientifico, la sua storia . In questo momento attraverso i vari social vedo sempre più persone chiudersi in casa distaccandosi dalla realtà, magari la realtà aumentata finalmente li farà uscire da quelle 4 mura! Approposito di realtà aumentata ho un bel progettino!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.