Sapresti dire chi ha letto o sta leggendo i tuoi documenti riservati?
Probabilmente no, perché è impossibile tenere traccia di chi o come ha condiviso o ri-condiviso quei documenti.
Noi ci siamo posti il problema e abbiamo realizzato F4U.

Domanda da un milione.

La risposta è ovvia: “Boh!”.

Giusto, perché i files non sono “tracciabili” ne’ rintracciabili.
Ci si affida all’onestà e alla serietà dei nostri interlocutori. Ma a poco serve aggiungere note di riservatezza se chi riceve i documenti ha intenzione di “farli girare”.

Come generare documenti rintracciabili.

Tracciabilità e Rintracciabilità dei documenti è stata materia, qualche anno fa, di una ricerca universitaria a cui ho partecipato come membro attivo del team nel ruolo di C.T.O.
All’epoca sperimentammo un sistema per la tracciabilità e la rintracciabilità dei prodotti agroalimentari che consentisse alle autorità competenti di poter risalire ai lotti coinvolti in eventuali emergenze alimentari (ricordate la mucca pazza, l’aviaria dei polli, ecc..?).

Dal quarto di bue al documento, il passo è breve 🙂
Ok, non proprio. Comunque l’idea è la stessa: “mantenere il totale controllo sull’informazione“.

Oggi, dopo qualche anno e diversi esperimenti, abbiamo messo a punto un sistema che consente di inviare files che di fatto sono rintracciabili (sono sempre a conoscenza di chi ha letto il documento e quando) e protetti da ulteriori ri-condivisioni non autorizzate.

Come funziona

I video seguenti mostrano in sequenza come creare un documento e come aprirlo una volta ricevuto.

Ogni volta che un utente apre il vostro documento, voi ricevete una notifica di avvenuta lettura.
Se il documento viene firmato con la email del destinatario (o dei destinatari), solo gli utenti indicati potranno aprirlo.

Nessuna possibilità di stampa o ri-condivisione non autorizzata.
Tutto qui.

Come iniziare

  1. Scaricare il client F4U dal sito: http://f4u.sphinner.com/
  2. Registrarsi. La registrazione serve ad identificare sia il mittente che il destinatario e a generare le chiavi di accesso ai documenti
  3. Creare un primo documento di prova ed inviarlo ad un collega

Quanto costa?

Nulla. E continuerà ad essere di utilizzo gratuito.
La versione attuale supporta Mac e Windows (32 e 64 bit). Presto arriveranno le App per Android e iOS.

Stiamo studiando funzionalità avanzate ed una eventuale versione “Enterprise” per le aziende.

Al momento i documenti che possono essere rintracciabili sono i files in formato immagine (png, jpg, bmp, tiff, ecc..).
Stiamo lavorando sui codec per mp3 e video, che al momento sono inseriti nel client a livello sperimentale (su alcune piattaforme lo streaming audio o video non funziona correttamente).

Molto presto supporteremo anche il formato PDF.

Categories: enterprise 2.0

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.