Le idee sono come le api…

Spesso mi interrogo sul come nascano le idee, quale sia la scintilla che genera l’intuizione iniziale. E’ un un’attività puramente individuale, oppure un processo che vede coinvolti anche gli altri?
E’ possibile categorizzare la nascita di un’idea secondo un modello logico razionale, oppure dobbiamo rifarci alle teorie quantistiche?

Le idee sono come le api. Ronzano attorno ad un alveare (piu’ o meno diffuso, piu’ o meno “fisico”) e sviluppano il massimo valore quando collaborano.
Il ciclo di vita delle api è piu’ o meno questo: uovo, larva, pupa, adulto.
Quando nella nostra mente (fisica o diffusa che sia) nasce un’intuizione, questa è come un uovo. E’ tutt’altro che definita, ed è molto lontana sia nella forma che nella sostanza da quello che diverrà una volta passata allo stadio “adulto”.
In realtà non sappiamo neppure se quell’uovo diventerà mai una larva, e se la larva troverà l’energia per diventare pupa o se la pupa avrà nutrici che la porteranno allo stadio di adulto.

Ecco, “energia” e “nutrici“, queste sono i concetti chiave che sovrintendono parte dell’esistenza di un’ape. Le api esistono perche esiste l’alveare. Ma l’alverare non è solo un luogo o un’entità fisica, l’alveare sono anche le altre api.
Cosa diventa un uovo? Pensate, in 16 giorni può diventare regina, in 21 giorni diventa operaia o nutrice ed in 26 diventa un fuco. L’alveare esiste perchè esistono le api, e le api esistono grazie alle loro interazioni nei diversi stadi del loro sviluppo.

Le idee e le api…
Ultimamente rifletto spesso su quanto le imprese abbiano a cuore l’apicoltura o “api-cultura“.
Vi lascio riflettere su una massima di Albert Pike, che stamattina è stata posta alla mia attenzione per una strana coincidenza:

“Quello che abbiamo fatto per noi stessi muore con noi:
quello che abbiamo fatto per gli altri
e per il mondo rimane ed è immortale”

2 thoughts on “Le idee sono come le api…

  1. Pingback:Le imprese possono ignorare facebook? | Smartfeeling

  2. Pingback:Twitted by angelogeminiani

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *