Nuove Idee per chi ha un cuore da Startup

Cosa vuol dire “avere un cuore da Startup”

Significa pensare senza pregiudizi, essere aperti a tutto e ad ogni eventualità, accogliere il cambiamento come se fosse ossigeno per i nostri polmoni e non aver paura di innovare.

Se nel vostro petto sentite battere il cuore di uno Startupper, allora questo post è scritto per voi.

Nuove Opportunità

Guardando la demo di Microsoft sul nuovo progetto HoloLens (tenuto in segreto fino a poche ore fa) mi si sono accese mille lampadine.

Accidenti, qui si aprono nuove opportunità.

Tempo fa ho provato gli Oculus, varie versioni e cloni con display a varie risoluzioni ed ho parlato con chi ha provato i Google Glass.
Sì, insomma, non sono male. All’inizio sono fichissimi ma dopo cinque minuti ne cogli i limiti.

I Google Glass non sono stereoscopici e devi guardare in un angolo per mettere a fuoco le immagini.

Gli Oculus sono molto immersivi, fantastici i primi cinque minuti ma poi ti viene la nausea e ti rendi conto che l’ambiente circostante è irraggiungibile e per prendere il mouse devi sollevare gli occhiali. Funzionano bene, ma sono ancora limitanti.

Insomma, da un punto di vista del business le cose non sono poi così eccitanti.
Ok, per un nerd come me devo ammettere che l’esperienza fatta è valsa la pena e mi sono divertito giocando completamente immerso in un mondo virtuale in cui per cinque minuti devi sbudellare zombie affamati o provare a mantenere in volo un deltaplano.

Ma diciamoci la verità, le opportunità di farci business non sono molte se non sei un produttore di videogames o un publisher di contenuti multimediali.
E per quanto ne dica Google, nessuno andrà mai in giro per strada con i Google Glass solo per poter leggere le email o vedere le previsioni meteo mentre è per strada e gli piove già in testa.

Ma le HoloLens sono differenti

Proiettano ologrammi, e gli ologrammi sono assolutamente realistici e stereoscopici.

Questo supera molti dei limiti degli Oculus (scarsa risoluzione, ambiente circostante non visibile) e dei Google Glass (non stereoscopici, monoculari, piccolo display).

 Infiniti campi applicativi e nuove opportunità

I campi di applicazione sono innumerevoli e spaziano dall’intrattenimento all’uso in ambito aziendale o industriale.

Pensate, per esempio, ad un ufficio di progettazione dotato di tecnologia olografica.

holo_3d_print

 

Oppure immaginate la sale esposizione del futuro, dove il cliente può visionare tutti i prodotti e sfogliarli come se fosse in un catalogo interattivo.

holo_furniture

In poco spazio potreste racchiudere un intero universo.

E provate ad immaginare un cliente in grado di personalizzare il proprio prodotto in tempo reale.

holo_configurator

 

E non fermatevi ora, perché l’immaginazione non costa nulla.
Provate a pensare ad una fabbrica, in cui gli operai stessi sono in grado di svolgere attività di manutenzione agli impianti o anche solo di diagnosi delle problematiche.

Una tele-assistenza innovativa ed economica, applicabile in ogni ambito (industriale, domestico, sanitario, sportivo, educativo, ecc..)

holo_learn_support

 

Sono tutte nuove opportunità di business.
Sia che stiate pensando da imprenditori-consumatori che da imprenditori-startupper.

Come imprenditori-consumatori potreste utilizzare queste tecnologie per ottimizzare i processi produttivi, ridurre le anomalie e migliorare il controllo qualità, formare il personale, abbattere i costi di manutenzione straordinaria, ridurre i costi di un’esposizione o dei punti vendita, ottimizzare il processo di vendita offrendo ai vostri clienti un sistema di configurazione unico nel suo genere, ecc..

Come imprenditori-startupper potreste avviare una nuova impresa e produrre servizi innovativi per gli imprenditori-consumatori o per gli utenti domestici.

Potreste creare un piattaforma sociale per l’assistenza remota in vari ambiti:

  • DIY (Fai da Te): i professionisti potrebbero vendere le loro prestazioni da remoto, semplicemente guidando l’utente che fa il lavoro da sé
  • Industria: tecnici che guidano il personale aziendale all’ispezione o all’intervento sugli impianti
  • Assistenza Sanitaria: medici e specialisti che guidano personale meno esperto ad attività di primo intervento o di supporto al malato
  • Educativo: trainer che possono operare come se fossero sul posto, mostrando virtualmente oggetti e strumenti di lavoro in una simulazione del tutto reale. Il settore educativo è vastissimo e spazia dalla meccanica all’elettronica passando per la sanità, l’architettura, la fisica, la geologia, la chimica, ecc.., coinvolgendo non solo scuole ed università, ma anche aziende ed istituzioni.

holo_video_conference

Il settore dell’intrattenimento è tra i più ricchi e vasti, mentre la domotica sta ancora cercando una propria identità e l’interazione con la IoT (Internet of Things).

holo_gaming

C’è veramente tutto un mondo da inventare e da migliorare.

holo_smart_home

 

Quante lampadine vi si sono accese?

Mi auguro tante e mi auguro che questa notte possiate sognare una nuova startup, quella che aiuterà a cambiare in meglio questo pazzo mondo pieno di persone che stanno perdendo la voglia di sognare.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *