Possiamo utilizzare i social media anche per la formazione?

 

Twitter, Facebook & Co. possono essere utilizzati anche per fare formazione?
Credo proprio di sì. Twitter, per esempio, è un ottimo strumento per l’invio di news e tips seguiti da link di approfondimento. Creare un canale tematico (es: javafx, flexbuilder, java, faidate,  ecc..) e molto semplice, ed altrettanto semplice è porre domande al canale, così come fornire spunti o suggerimenti.

Se avete organizzato (o partecipato a) corsi di formazione, saprete quanto spesso le domande ed i dubbi sorgano dopo la sessione in aula. Ecco, Twitter potrebbe essere un ottimo strumento post-corso per aiutare/aiutarvi a consolidare le nozioni apprese o a far luce su dubbi e curiosità. Twitter vi aiuta a distribuire approfondimenti.

Potreste utilizzare Twitter anche come strumento informale di verifica aprendo un canale di discussione sugli argomenti trattati. Analizzando le conversazioni, potrete rendervi conto del livello di preparazione dei vostri studenti.

Gli hashtag aiutano a definire gli argomenti, che nel tempo possono essere arricchiti con ulteriori contenuti ed aggiornamenti.

Altro punto di rilievo è la possibilità di creare Comunità. Chi partecipa ad un corso entra a far parte di una Comunità di Pratica che in genere si disperde al termine del corso, disperdendo così anche una parte del valore aggiunto. Quanto piu’ efficace potrebbe risultare la formazione se i partecipanti potessero continuare nel tempo a condividere conoscenze ed esperienze?

Perchè un corso di formazione deve essere visto per forza come una strada a senso unico? Non potrebbero gli studenti di oggi divenire i maestri di domani? Inoltre, condividere i propri punti di vista e le proprie esperienze fornisce un apporto fondamentale alla diversificazione dei contenuti, un’apertura indispensabile per fare in modo che i contenuti “proprietari” del corso possano essere arricchiti da altri di differente provenienza.

Anche i gruppi di Facebook o Linkedin possono essere utilizzati per sessioni formative sia in ambito aziendale che esterno all’azienda. D’altro canto i Forum esistono da anni e sono sempre stati un ottimo strumento formativo e di discussione per numerosissime comunità di pratica.
Tuttavia gli strumenti che ci vengono offerti dalle nuovissime piattaforme sociali sono di gran lunga piu’ raffinati e potenti del classico forum. Video, immagini, e contenuti editabili dagli utenti (es: wiki) rendono la partecipazione alla sessione formativa un’esperienza molto piu’ coinvolgente ed incisiva.

Anche i media rivestono un ruolo importante nelle sessioni formative. Internet, ma anche Smartphone e WebTV, estendono moltissimo la portata, la durata e la fruibilità di qualunque corso di formazione.

Concludo segnalandovi un’importante iniziativa avviata da Stefano Besana, il “Questionario Social-Network Learnig” al quale vi invito a partecipare.
E’ un po’ lungo, lo so, ma cercate di fare uno sforzo. Il web 2.0 è anche questo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.